Bruno Broccolo è il mio migliore amico, lui è bello, alto e anche un po’ grasso. Lo incontro raramente ma ne condivido l’essenza architettonica e umana. Ho nel bagagliaio della mia Touran il regalo che gli ho preso per Natale, il solito strumento di scrittura disegnato non so da chi con su scritto che sarà capace di scrivere “per sempre”. E’ per me, saltuariamente, oracolo di intuizioni e al tempo stesso certezza che, esistendo, mi ascolti. Altre volte è stato e sarà troppo zen irritante e ho poi scoperto che mi ha lasciato scorrere come acqua sulla roccia, nella direzione inevitabile. Grazie. Manca al quotidiano e al tempo, stesso, è presente nel sale delle cose, nei particolari, nelle sintesi. Con il passare degli anni, professionalmente lievitando, eccelle. E io ne uso.

Annunci

About the Author bmbarch

Architetto. Esploratore.