“Abracadabra”. E’ una parola aramaica che approssimativamente vuol dire: “Mentre parlo, creo.”

Mi sembra l’esempio perfetto per mettere in luce il rapporto tra la parola e il mondo. Le parole sono importanti perché sono l’etichetta che mettiamo alle cose del mondo.

Possiamo inventarci un lessico che affievolisce le cose brutte ed esalta quelle belle.  Se segno un gol in coppa dei campioni e sussurro “gol” non fa lo stesso effetto che se corro come Tardelli e grido “Goooaaallll!!!!”. Se dico “Sono furioso, incazzatissimo” posso avere la stessa esperienza emozionale che se dico “Sono leggermente stizzito”?

Le parole modificano il nostro umore, la nostra psiche, la nostra anima. Le parole sono il nutrimento del nostro pensiero. Se ci alimentiamo di cose belle e buone, forse pensiamo e facciamo cose belle e buone. Quindi Buon Anno a tutti i buoni!

P.S. Non ho trovato nulla di così aulico per “Sim Sala Bim”. 🙂

Annunci

About the Author bmbarch

Architetto. Esploratore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...